RUVO DI PUGLIA

Don Salvatore Summo parroco della Cattedrale di Ruvo di Puglia ha pensato bene di regalare ai suoi collaboratori per l’inizio dell’anno catechetico la Bibbia della Gioia che già conosceva.

Ha voluto prendere contatto con il Centro UEPP ed è maturata l’idea non solo di regalare la Bibbia ma anche di presentarla per vedere come usarla per la propria vita e per la lettura in gruppi o con i ragazzi della catechesi.

Così il 28 e 29 novembre don Carlo e Maurizio si recano in questo luogo meraviglioso che è Ruvo di Puglia.

Conosciamo don Salvatore: la sua intelligenza, la sua vivacità, la sua capacità di essere presente nel luogo come ottimo pastore che sa coinvolgere, amare ma soprattutto formare i suoi collaboratori.

Sono in programma 3 incontri per dare a tutti la possibilità di partecipare.

Martedì 28 novembre alle ore 17,00 e alle ore 20,00 mercoledì 29 novembre alle ore 10,00.

La partecipazione è ottima, le persone aperte (così don Carlo è libero di affrontare dei punti ben precisi.

  1. A Dio che si rivela va l’obbedienza della fede (Dei Verbum 5)

La fede cristiana nasce dall’ascolto di Dio che si rivela “in molti modi ma nella sua pienezza in Cristo Gesù” (Ebrei)

Quindi la fede è prima di tutto rapporto vivo e personale con Gesù.

  1. Qual è il modo per entrare nella fede attraverso Gesù?

Prima di tutto conoscerlo, accoglierlo, metterlo al centro della propria vita.

Vedi 1 Corinzi 1 e 2 ed Evangelii Gaudium n. 3

  1. Non basta accogliere Gesù è fondamentale aderire a Lui.

Qui l’importanza di leggere la Bibbia per saper dialogare con il Signore.

  1. Come nasce la Bibbia della Gioia e come viene usata dai genitori per leggere la Bibbia con i propri figli.

 

  1. Come usarla.
  • Vedi il metodo nel risvolto della copertina.

Quando si legge la Bibbia deve maturare la coscienza che Dio parla e quindi noi ci poniamo in ascolto con l’osservazione e il messaggio; solo dopo noi parliamo a Dio prima con l’applicazione poi con la preghiera.

  • Ma vedi anche gli inserti: colonne di sinistra per maturare certezze; le colonne di destra per mantener viva in noi la presenza di Gesù; i piedini per crescere nella fede.
  1. Questo ha suscitato molta curiosità soprattutto sul metodo usato nella catechesi in famiglia dove si parte dalla evangelizzazione per arrivare ad aderire a Cristo, alla Sua parola, alla Comunità e ai sacramenti per entrare poi nella Iniziazione Cristiana.

Questo tema è stato solo toccato perché ha bisogno di una trattazione a parte.

Così come pure l’esperienza della missione nelle famiglie.

Oltre a questo siamo stati coinvolti nella celebrazione dell’Eucaristia alle ore 18,30 e alle ore 9,00.

E’ stato bello vedere l’attenzione e la partecipazione delle persone sia alla mensa della Parola che alla mensa del Pane.

Lodiamo e ringraziamo il Signore per questo incontro fraterno e meraviglioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *